Progetti Speciali

Sostegno economico e progetti personalizzati di aiuto: la scadenza delle domande è il 3 novembre 2014
Temi: 
L’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Carbonia ricorda che, sino alle ore 12 del 3 novembre 2014, è possibile presentare le domande per il programma “Sostegno Economico e progetti personalizzati di aiuto”. L’intervento prevede un contributo economico mensile per i nuclei familiari che si trovano in condizioni di povertà.
La concessione del contributo è legata all’assunzione e al rispetto degli impegni da parte del beneficiario, concordati con i Servizi sociali del Comune di Carbonia nell’ambito del “Progetto personalizzato di aiuto”, definito con ciascuna persona che viene ammessa al beneficio. Il contributo sarà concesso per un periodo di sei mesi, eventualmente rinnovabile fino ad un massimo di 12 mesi.
Possono presentare domanda i cittadini residenti nel Comune di Carbonia che hanno compiuto i diciotto anni e che si trovano in stato di indigenza economica, verificabile dal possesso di una certificazione I.S.E.E, comprensiva dei redditi esenti IRPEF, inferiore o uguale a 4.500 euro all’anno (5.500 euro annui in caso di particolari e complesse situazioni di bisogno).
L’ammissione al beneficio sarà disposta sulla base dell’ordine della graduatoria dei richiedenti, elaborata secondo i punteggi stabiliti nella Tabella 1 del “Regolamento comunale interventi di contrasto alla povertà e di sostegno al reddito”.
Le domande devono essere presentate all’Ufficio Protocollo del Comune di Carbonia, in Piazza Roma 1, o trasmesse all'indirizzo di PEC dell'Ente comcarbonia@pec.comcarbonia.org.
Il modulo di domanda e la documentazione necessaria sono disponibili presso le sede del Servizio sociale (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12), in via XVIII Dicembre (ex tribunale); presso le sedi delle ex Circoscrizioni di Cortoghiana e Bacu Abis e sul sito internet del Comune di Carbonia (www.comune.carbonia.ci.it) nella sezione Servizi Comunali – Servizi Sociali e Politiche Giovanili.
“Il nostro obiettivo - spiegano il sindaco Giuseppe Casti e l'assessore alle Politiche sociali Maria Marongiu - è garantire che le risorse per la lotta alla povertà, purtroppo sempre più scarse, arrivino veramente a chi ha più bisogno. L'applicazione del nuovo Regolamento, approvato dal Consiglio Comunale il 24 luglio scorso, tenendo conto delle mutate condizioni socio-economiche della Città e confermando la volontà politica di indirizzare le risorse prioritariamente alla tutela e al sostegno dei più deboli, mette a disposizione degli operatori strumenti finalizzati ad individuare il bisogno in modo ancora più preciso. La sottoscrizione e l'impegno al rispetto del progetto di aiuto, finalizzato alla costruzione di percorsi di uscita dalla condizione di povertà e di responsabilizzazione a fronte del contributo economico ricevuto, rappresenta un indubbio passo avanti in termini di equità e di giustizia sociale”.