Progetti Speciali

Provincia e Comuni uniti per il rilancio dell'edilizia

La Provincia ha incontrato i Comuni per esaminare le difficoltà che questi devono affrontare nella fase di predisposizione dei Piani Urbanistici Comunali (PUC), con particolare riferimento agli studi necessari per l'adeguamento del Piano di Assetto Idrogeologico (PAI).
L'incontro è stato promosso in seguito alle numerose richieste delle Amministrazioni comunali e su sollecitazione della Commissione urbanistica del Consiglio provinciale, presieduta da Achille Rombi.
Tutti hanno ribadito l'elevato costo e la grande complessità degli studi da produrre per ottenere la coerenza dei PUC agli strumenti di pianificazione regionale.
“I Comuni – ha spiegato l’assessore provinciale alla Pianificazione, Guido Vacca –, per gli studi di approfondimento relativi al rischio idrogeologico, devono sostenere spese quasi proibitive per i loro bilanci. Gli studi, infatti, devono interessare tutti i corsi d'acqua presenti nel territorio comunale”.
Alla luce di questa situazione, i Comuni hanno chiesto alla Provincia di farsi carico dello studio unitario su tutto il territorio provinciale, ad una scala utilizzabile dai Comuni per i loro PUC. Lo studio unitario si rende indispensabile soprattutto nel caso in cui un corso d'acqua attraversi più territori comunali, perché non può essere circoscritto al singolo Comune.
“La Provincia – ha sottolineato l’assessore Vacca – è pronta a svolgere il ruolo di coordinamento e, se la scelta verrà condivisa dalla Regione, farà richiesta per l'assegnazione delle risorse necessarie anche per gli studi di dettaglio che, se condotti in modo unitario, avrebbero un costo decisamente inferiore. L'operatività degli strumenti urbanistici comunali è condizione indispensabile per ridare impulso al settore edilizio, messo in crisi anche dalle difficoltà che i cittadini incontrano per ottenere le autorizzazioni”.
I sindaci hanno anche posto l'accento sulla necessità di semplificare le procedure autorizzative, diventate ormai lunghe, complicate e al limite della sopportazione.