Aree di intervento

La Provincia di Carbonia Iglesias ha finanziato il Programma di soccorso balneare 2012. Il progetto è stato realizzato sulle esperienze degli anni precedenti, mutuando il modello già adottato e cercando di apportare alcune modifiche che hanno consentito di migliorare il servizio, superando le piccole carenze che si erano evidenziate nelle passate stagioni. Le attività previste per il servizio di salvamento a mare per l’anno 2012 sono state realizzate sulla base degli accordi intercorsi tra la Provincia di Carbonia Iglesias, la Direzione Generale della Protezione Civile della Regione Sardegna, gli Uffici Circondariali Marittimi di Carloforte, Portoscuso e Sant’Antioco, le Amministrazioni comunali e le Organizzazioni di volontariato. La Provincia di Carbonia Iglesias anche quest’anno ha affidato alle Amministrazioni comunali il compito di realizzare il Servizio di salvamento a mare supportandole con l’assegnazione di un contributo per le spese sostenute per la realizzazione delle attività. Nell’anno 2012 la Provincia ha assegnato le somme alle Amministrazioni comunali sulla base del numero delle postazioni allestite e della durata del servizio. Anche in questa stagione le Organizzazioni di volontariato di Protezione civile operanti nel territorio provinciale hanno svolto un ruolo determinante all’interno dell’organizzazione del servizio. Sei Amministrazioni comunali su undici totali hanno affidato loro il servizio di salvamento a mare. Due Organizzazioni di volontariato hanno gestito nei litorali di Gonnesa e di Buggerru, i più estesi della Provincia, due sistemi SISB che consentono, attraverso l’allestimento di una torretta centrale di avvistamento e di quattro centraline di avviso, la copertura di una fascia di litorale di circa 1.000 m. 

Allegati: 
AllegatoDimensione
PDF icon Programma di soccorso balneare 2012.pdf803.01 KB